Spaghetti carciofi e bottarga!

Postato in Primi il 5 aprile 2019 — Tags: ,

Adoro le ricette il cui nome è composto dagli ingredienti!

Venerdì scorso è arrivato il pacco da già, dalla Sardegna. Tutto integro (ad eccezione dell’uovo di Pasqua per il mio lui, porello!) e tutto meravigliosamente fresco! Soprattutto questi fantastici carciofi, profumati e brillanti, non potevo non usarne almeno uno. L’ho finita ad usarne la metà prima di Domenica, una ricetta ve l’ho mandata Mercoledì con la newsletter e poi c’è questa pasta che ho fatto per me Venerdì, riproposto Sabato e probabilmente mi preparerò anche oggi perché solo a guardare le foto mi è venuta fame! Quello che usiamo per condirla è nel nome stesso, l’unica cosa che ho omesso è come la condiamo: i carciofi li usiamo in tre modi. Una parte (i gambi), li stufiamo e li frulliamo con dell’acqua di cottura della pasta, una piccola parte della testa la friggiamo e quello che rimane lo lasciamo morbido e gustoso da “nascondere” tra gli spaghetti. Ve la consiglio per la sua rapidità e per il fatto che vi farà fare un figurone!

Ingredienti:

Per due persone:

  • 170 gr di spaghettoni;
  • 2 carciofi interi (o 4 teste);
  • 1 cucchiaino di bottarga;
  • Succo di limone.

Utensili:

  • Ciotola capiente;
  • Pentola;
  • Frullatore;
  • Padella antiaderente.

Spaghetti carciofi bottarga

Preparazione:

La prima cosa che dobbiamo fare è riempire la ciotola con dell’acqua fredda ed aggiungere a questa il succo di mezzo limone. Sarà il bagno per i carciofi, così che non diventino neri e quindi amari. Puliamo i carciofi, tagliamo il gambo all’altezza della testa ed incidiamo a circa 4-5 cm dalla base. Leviamo la parte esterna e fibrosa, così che ci rimanga la parte chiara e succosa. Tagliamo il gambo a rondelle e mettiamo in padella con un filo d’olio ed un pizzico di sale, cuociamo per una decina di minuti sino a che non è ben cotto.

Per la testa: leviamo le prime foglie prima di tagliare in orizzontale nel punto dove il verde comincia a “scurirsi”. Tagliamo la testa a metà, leviamo la barbetta e tagliamo a rondelle, mettiamole a bagno nell’acqua e limone.

Frulliamo i gambi con uno o due cucchiai di acqua di cottura della pasta e teniamo da parte.

Spaghetti carciofi bottarga

Friggiamo 3-4 fettine di testa, basta una lacrima d’olio, dobbiamo solo dorarle. Nella stessa padella andiamo a cuocere le rondelle rimaste, ben scolate dall’acqua e limone, condiamo con un pizzico di sale e se piace sfumiamo con del vino bianco. Cuociamo gli spaghetti e caliamoli nella padella con le fettine di carciofo cotte, uniamo alla crema mezzo cucchiaino di bottarga prima di aggiungerla alla padella. Se necessario allunghiamo con altra acqua di cottura. Serviamo spolverizzando con la bottarga e decorando con le fettine di carciofo.

Spaghetti carciofi bottarga Spaghetti carciofi bottarga Spaghetti carciofi bottarga

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Indice

Indice