La sardenaira!

Devo ringraziare Bake off Italia per avermela fatta scoprire!

Io adoro i programmi di cucina, avendo passato l’estate dai miei, in Sardegna, ho avuto modo di seguire ogni venerdì, Bake Off Italia e in una puntata Benedetta Parodi ha presentato questa ricetta. Mi ha ricordato quando, da bambina, prendevo dal panettiere il panepizza, che altro non è se non una focaccia col sugo. Devo ringraziare questa ricetta perché mi ha fatto scoprire i benefici della lunga lievitazione, per motivi di tempo la dovetti impastare la sera prima per poi cuocerla per la cena del giorno dopo e credetemi, l’impasto ne ha guadagnato di consistenza e sapore! Si può, ovviamente, impastare e cuocere in giornata.

Purtroppo ho perso le foto dell’impasto e della sua lievitazione, per fortuna le altre le ho ancora!

Ingredienti:

Per una teglia 28 x 25:

  • 200 gr di farina 00;
  • 100 gr di farina 0 o manitoba;
  • 150 gr di acqua tiepida;
  • 30 gr di olio;
  • 2 gr di lievito di birra secco o 8 di quello fresco (se la fate in giornata, 4 secco e 10-12 di quello fresco);
  • 3 gr di sale;
  • 5 gr di zucchero;
  • 250 gr di passata di pomodoro (con quella avanzata ci ho condito gli spaghetti);
  • 1/2 cipollotto;
  • 2 acciughe + quelle per guarnire la focaccia;
  • Olive nere;
  • Capperi.

Utensili:

  • Ciotola capiente;
  • Contenitore con coperchio (se la fate riposare in frigo);
  • Pentolino;
  • Teglia.

Sardenaira

Preparazione:

Nella ciotola dell’impastatrice raduniamo la farina, il lievito granulare (se usiamo quello fresco, lo andremo a sciogliere nell’acqua tiepida), il sale e lo zucchero. Aggiungiamo l’olio e poi a filo, l’acqua. Impastiamo aggiungendo piano piano l’acqua, sino a ottenere un impasto morbido e non appiccicoso, che andremo a mettere a lievitare per almeno due ore, in un posto caldo. Io di solito lo metto vicino al termosifone, altrimenti accendo il forno al minimo per 4-5 minuti, così che sia appena tiepido e lo sistemo li.

Ci occupiamo del sugo, mettiamo a scaldare nel pentolino un filo d’olio, aggiungiamo il cipollotto tritato e le due acciughe, che si scioglieranno nel fondo di cottura. Uniamo la passata di pomodoro e lasciamo cuocere per 20-30 minuti, regolate di sale e pepe.

Una volta lievitato, possiamo metterlo nel contenitore che andiamo a chiudere col coperchio, lo mettiamo in frigo e lo tiriamo fuori qualche ora prima di cuocerla, oppure la andiamo a stendere sul piano appena infarinato (io ho usato della semola, ma va bene anche la farina).

La sistemiamo nella teglia, lasciandola a riposo per un’oretta, prima di condire con il sugo, le olive, i capperi e le acciughe.

Sardenaira

E la andiamo a cuocere in forno caldo a 220° per 10 minuti. E’ ottima fredda, tagliata a quadrati e da mangiare rigorosamente con le mani!

Sardenaira Sardenaira Sardenaira Sardenaira

L’anno scorso per il calendario dell’avvento di ricette vi ho proposto il pollo arrosto con ceci e verdure!

pollo verdure ceci

L’anno prima invece i cannelloni!

Cannelloni

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Indice

Indice