Gnocchi ripieni al gorgonzola!

Scrigni morbidi ripieni di gusto!

Era da un po’ che volevo provare a fare gli gnocchi ripieni, quando vivevamo a Milano capitava che li comprassimo e sono sempre stati graditi. Ricordando la volta in cui mia madre preparò gli gnocchi di patate in tempo record (un’ora ed erano in pentola), ho pensato che alla fine della fiera non mi avrebbero preso tutta la mattina! Mi sono messa dopo colazione e li ho presentati per pranzo. Sono morbidi e con un ripieno goloso, io ho usato il gorgonzola piccante perché qui trovo solo questo ed ammetto che è perfetto per questo tipo di preparazione, in quanto risalta ma senza coprire i sapori. Li ho conditi con burro e salvia, finendo con una spolverata di pecorino. Potete condirli come preferite, ma vi consiglierei di tenere i sapori nitidi e definiti.

Ingredienti:

Per due golosi (40 gnocchi):

  • 350 gr di patate;
  • circa 100 gr di farina (più quella per il piano di lavoro);
  • 60 gr di gorgonzola piccante;
  • burro e salvia.

Utensili:

  • Schiacciapatate;
  • Ciotola capiente;
  • Padella antiaderente;
  • Pentola.

Gnocchi ripieni

Preparazione:

Per prima cosa ci occupiamo delle patate, le andiamo a lessare intere e con la buccia, sino a che non riusciamo ad infilare la forchetta senza attrito. Non devono sfasciarsi, mi raccomando. Scoliamo e tagliamo a metà, inserendole così nello schiacciapatate. In questo modo quando le andiamo a schiacciare la buccia rimane separata dalla polpa, che andiamo a radunare nella ciotola.

Gnocchi ripieni

Facciamo raffreddare per una quindicina di minuti e condiamo con un pizzico di sale prima di aggiungere la farina, nel mio caso sono bastati 100gr, ma se il composto dovesse risultare troppo morbido, aggiungetene all’occorrenza.

Impastiamo sino ad ottenere un bel panetto compatto ma malleabile.

Gnocchi ripieni

Preleviamo delle porzioni, io da brava pignola li ho pesati e sono risultate delle noci di 11 e 12gr ciascuna. Le andiamo a schiacciare creando uno spazio dove poi sistemeremo il formaggio.

Gnocchi ripieni

Io ho usato un cucchiaino per prelevare il formaggio, non c’è bisogno di essere precisi ma un consiglio che vi do è quello di non esagerare, altrimenti risulta complesso chiuderli e rischiano di aprirsi in cottura. Sigilliamo bene e diamo loro la forma che preferiamo, io ho optato per dei cilindri “cicciotti” e per la classica forma rigata, che ho creato con i rebbi della forchetta. Lavoriamo sempre sul piano infarinato ed abbiamo cura di tenere gli gnocchi pronti leggermente infarinati, soprattutto nella parte a contatto col piano di lavoro.

Gnocchi ripieni

Pronti per la cottura! Acqua bollente e salata, quando risalgono sono pronti! I miei hanno impiegato una decina di minuti. Nel frattempo facciamo sciogliere il burro nella padella, aggiungiamo la salvia e spegniamo la fiamma, così che rimanga in infusione. Una volta pronti gli gnocchi li lucidiamo col burro e serviamo caldi! Io per comodità ho usato due pentole e due padelle, per poter controllare meglio la cottura e per poterli condire bene.

Gnocchi ripieni Gnocchi ripieni Gnocchi ripieni

Nel primo Calendario dell’Avvento avete trovato il danubio ed i paninetti!

Danubio e panini

L’anno dopo invece vi ho fatto conoscere i miei biscotti preferiti (uno dei), gli arancini!

Arancini

Infine l’anno scorso vi ho proposto le uova strapazzate vegane!

Vegan scrambled eggs

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Indice

Indice